Lettori fissi

AMAZON CUCINA

martedì 9 febbraio 2016

RICETTA PER CELIACI - NUTRITIONAL PROJECT

Salve a tutti,
oggi vi parlo di un blog molto interessante, dove vengono pubblicati, periodicamente, articoli di alimentazione, attività fisica e benessere mentale




Già dalla presentazione che potete trovare nella sezione Chi siamo possiamo intuire che non è uno di quei tanti siti/blog noiosi che trattano di argomenti relativi alla nostra salute in modo noioso e prolisso..... tutt'altro, tutti gli articoli sono scritti in modo semplice e senza troppi giri complicati di parole inutili, spiegando in modo semplice e diretto le cause, gli effetti ed i possibili rimedi ai nostri piccoli e grandi problemi di alimentazione o di benessere mentale.


Possiamo trovare anche articoli legati all'attività fisica con tanti suggerimenti per iniziare finalmente a muoverci un po'!


Siccome però che a casa mia, più che movimenti fisici del corpo facciamo movimenti "mandibolari" :) mi sono soffermata di più a leggere gli articoli legati all'alimentazione e ai vari disturbi che oggi purtroppo affliggono molte persone – celiachia, intolleranze alimentari, disturbi legati alla lievitazione, diete dimagranti.....


La Malattia Celiaca (o Celiachia) è una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti; purtroppo i prodotti industriali o artigianali in commercio hanno dei prezzi molto elevati che, se da una parte sono un grande problema per la maggior parte delle persone colpite da celiachia, dall'altro però non fermano invece tutte quelle persone che fanno del "senza glutine" un nuovo stile di vita.

In famiglia fortunatamente non abbiamo problemi di gravi intollaranze o di celiachia.... diciamo che forse non applichiamo una corretta dieta alimentare, però ci piace cucinare e sperimentare nuove ricette, facilitati oggi sia da internet che dalla televisione; ed è proprio in tv che ho visto – e mi ha subito incuriosito – la preparazione di questa ricetta a base di farina di castagne:

CROSTATA CON FARINA DI CASTAGNE, CREMOSO DI CACHI E MERINGA

INGREDIENTI PER LA FROLLA:
250 G DI FARINA DI CASTAGNE,
100 G DI FARINA DI RISO,
150 G DI AMIDO DI MAIS
300 G DI BURRO MORBIDO,
200 G DI ZUCCHERO A VELO,
5/6 TUORLI (La quantità dei tuorli dipende dall’umidità delle farine. Ci sono farine che assorbono maggiore umidità e altre meno.
1.Amalgamare il burro con lo zucchero e i tuorli
2.Unire la farina di castagne, la farina di riso e l’amido di mais precedentemente setacciati
3.Lavorare gli ingredienti fino a ottenere un composto solido e compatto
4.Far riposare l’impasto in frigorifero per circa 1 ora
5.Stendere la frolla con l’aiuto del mattarello
6.Foderare con la frolla uno stampo da crostata precedentemente imburrato
IL CREMOSO DI CACHI
INGREDIENTI: LA POLPA DI 4 CACHI MATURI, 3 UOVA INTERE, 200 G DI RICOTTA DI PECORA, 150 G DI ZUCCHERO, UN PIZZICO DI VANILLINA
7.Aprire i cachi ed estrarre la polpa
8.In una ciotola, amalgamare la polpa di cachi con lo zucchero, le uova e la vanillina
9.Unire infine la ricotta (I cachi sono acidi quindi se uniamo subito la polpa alla ricotta, rischiamo di vedere che quest’ultima si divide. Se invece uniamo la ricotta dopo aver amalgamato la polpa con le uova non corriamo rischi!)
10.Farcire la frolla con il cremoso di cachi
11.Cuocere la crostata in forno a 170° per 45 minuti
MERINGA:
150 G DI ZUCCHERO A VELO,
70 G DI ALBUME
12.In una bastardella, montare l’albume con lo zucchero a bagnomaria. Rispetto alla planetaria ci vorrà un pochino più tempo però ti assicuro che nel giro di 10 minuti il risultato è garantito.
13.Far raffreddare la crostata quindi decorarla con dei ciuffetti di meringa
14.Fiammeggiare la meringa con il cannello

Ho apportato delle modifiche in corso d'opera...... sarà un problema genetico, mia madre ha fatto sempre così ed ora va a ruota libera!


  1. non avendo scritto la lista degli ingredienti mancanti ho acquistato fecola di patate al posto dell'amido di mais, ma il risultato è stato comunque ottimo e non c'è stata contaminazione di glutine essendo comunque un prodotto "free".
  2. I cachi non avevano un bell'aspetto...... quindi ho pensato bene di utilizzare cacao amaro (anch'esso senza glutine!) insieme alla ricotta di pecora e pezzettini di cioccolato amaro.
  3. Nella seconda crostata ho utilizzato invece due confetture fatte da mia madre: arance amare e mele cotogne: una delizia!!!


Che siate celiaci, intolleranti o solo buongustai, preparate anche voi questa crostata (in qualsiasi versione), fate anche dei biscottini il risultato sarà ottimo!

Prendete la buona abitudine di leggere gli articoli di Nutritional Project: potete anche iscrivervi nel box che trovate in fondo alla home page e ricevere periodicamente gli articoli sulla vostra mail!


A presto
Barbara